e facciamola pure noi

facciamolo pure noi ‘sto giochetto di passaparola: grazie Ginestra (è stata lei a mettermi tra i suoi link!)
 
REGOLAMENTO:

– indicare il link di chi vi ha coinvolti (vedi sopra)
– inserire il regolamento del gioco sul blog (vedi qua)
– citare sei cose che vi piace fare
– coinvolgere altre sei persone
– comunicare l’invito sul loro blog 
 
a me me piace: andare al cinema, oziare, gironzolare da solo sotto la pioggia, in vespa per le campagne in una bella giornata di sole, viaggiare, fotografare
 
invitiamo chi?
 
 
 
 

aNNOfà

 preparo mentalmente le cose che devo portare il necessario per stare fuori cinque giorni ricambi soldi e poi il superfluo ludico: Zen per la musica, Libri per la lettura, MacchinaDigitale per le foto, antenna GPS per il tom tom del telefonino, portatile per collegarmi anche senza fili. Mi sembra troppo soprattutto il computer significa non staccare significa non fare le vacanze senza i miei tentacoli che ho quotidianamente, significa peso-nonpeso.decido porto la mia Olumpus OM10 che non uso da tempo e non so se le foto riusciranno perfette e se le sviluppo (la smania di vedre subito i risultati delle foto e metterli immediatamente in rete mi sta snervando, e da un pò che ci penso),e i libri, nient’altro come ai vecchi tempi e il tel lo terrò spesso spento perchè sono in vacanza e i tentacoli non li voglio estendere anche la
 
una vacanza come qualche aNNOfà  

uNOIREmEDITTERANEO

Ogni tanto mi infilavo nel suo letto. Non lo amavo come Othmane, ma non era solo il desiderio ce mi spingeva tra le sue braccia. Prima degli alambicchi aveva studiato le lettere e parlava dei sentimenti in modo tale che a volte dovevo asciugarmi di noscosto gli occhi. Del cuore conosceva i segreti più profondi, quelli di cui un rozzo ex lanzichenecco non averebbe mai nemmeno immaginato l’esistenza.
Uscendo dal bagno e allungando una moneta alla guardia pensai che quella era una storia complicata in cui si incrociavano i destini di amori e di passioni segrete, ma che arebbero stati il tradimento e la morte a mettere a posto le cose. Nel bene nel male.