nONeSSEREsEMPREiNlINEA

io non ho mai tenuto un diario non mi interessava fissare le cose del passato, almeno per i sentimenti e le sensazioni. Ero maniaco per altro per la politica per i libri i film per queste cose cioè per il pubblico. La mia cybervita l’ho cominciata con un sito era l’intento di diffondere notizie e non altro. Ma poi mi sono accorto che con le varie evoluzioni, sia tecniche che personali mi sono ritrovato ad avere un “diario” del sentire, vedi questo spazio e altri. L’apice l’ho avuto e credo in molti con i socialmedia . Questo mi ha fatto decidere di disattivare il mio profilo e ora spiego perchè. Ero sempre “in linea” disponibile questo si è dipeso da me, ma…il mio fine l’ho travisato. Ora nella stessa logica ho molto più spento il cellulare , non voglio essere sempre reperito. Ho bisogno di relazioni vere concrete e non sempre disponibile, cioè chi mi è vicino sa come reperimi e dove. E credo che abbiamo questo  il diritto. Io non ho creato molto in relazioni vere, anzi alcune volte le ho distrutte altre volte le ho subite. Oggi sento questa esigenza sento di “nONeSSEREsEMPREiNlINEA”

Annunci

uOMOaMAZON


Oggi a lavoro ho fatto una riunione informativa. Mi hanno detto e spiegato che si è concluso l’accordo con Amazon. Questo significa che io visto il mio ruolo dovrei spedire-fatturare e ricevere gli ordini del sito multinazionale. Mi è venuta la prima riflessione visto i cambiamenti  nel mondo dell’editoria che stanno avvenendo (nella produzione) e cioè l’avvento della stampa digitale  con la conseguenza di tirature più limitare  inoltre la riduzione  della tempistica  a quasi zero, questo sta portando una rivoluzione nel settore finale della filiera dell’editoria, come per la musica qualche anno fa. Visto il continuo mutamento nella distribuzione e smistamento degli ordini. Il  mio lavoro dovrebbe in teoria scomparire. Questa è la prospettiva nel breve periodo. Oggi però un cambiamento mi si è prospettato, credo molto evanescente, perchè dovrei fare io le spedizioni e tutto il resto, perciò significa teoricamente più lavoro per noi e per me in particolare. Ma…poi riflettendo, restando tutta la ristrutturazione del settore della editoria, il sito Multinazionali ha cominciato a vendere testi e (e.book altro discorso a parte) con scontistica da banditi, poi salta la distribuzione e da “lavoro” agli editori e in futuro salterà anche l’intermediazione degli editori per pubblicare direttamente le opere, è un fatto già l’ha annunciato. Questo porta a un vantaggio enorme del cliente-lettore sui costi dei testi e la comodità di avere il testo a casa. Lo svantaggio è tutto del settore in primo luogo, la fase finale della filiera libro, cioè stoccaggio imaggazinamento, spedizioni e tutto quello che comporta. In seguito, già avviene e non si vede molto chiusure librerie, ci sarà una ricaduta negativa di tutto il settore.

Perciò io oggi mi sento di lavorare (estremizzando tutto) per una Multinazionale pur lavorando in una impresa che con la sua cultura e il suo essere è contraria a questo mondo di agire.e mi ritrovo ad essere uOMOaMAZON 

“se dio vuole, va bene”

mais ce progrès
dont notre age se vante
dans tout ce grand éclat
d’un siècle éblouissant
qu’est-ce que vous voulez
que ca m’en faute?
qu’est-ce que vous voulez
que ca m’en faute?
l’atmosphère n’est plus la meme
et je m’embetes, je m’embetes
on va chercher la femme
on va trouver l’amour
et toi dit-moi que tu m’aime
et dit-le moi toujours
l’homme s’évanouit
n’a pas le landemain
avec les yeux fermés
je ne sais pas ce qui se passe
il me faut la chaleur humain
pour bien grandir
est-ce que c’est dangeureux?
est-ce que c’est dangeureux?
on va chercher la femme
on va trouver l’amour
et toi dit-moi que tu m’aime
et dit-le moi toujoursç 

*

cARTEdOZIO

mentre sballo  il bancale di cARTEdOZIO vedo un ragnetto fuggire.e penso aveva aMORI  aveva fAMILIA oppure i cartoni era tutto il suo mondo ora dovà ricominciare tutto in un altro luogo.trasferito da Bresso a Molfetta senza accorgersene oppure il viaggio l’aria il nuovo clima lo ha già reso cosciente della sua condizione. Oppure per lui non  fa differenza e il suo mondo ovunque sia è quello che gli basta o le basta, cioè cARTEdOZIO

sguardo Basso per non pestare la Merda

ultimamente la passeggiata della mattina si è trasformata in riflessione e riordino (prima era di scambio di notizie e “coccole” telefoniche). Mi spiego meglio la mattina appena sveglio ho pensieri bellicosi, per il momento che sto passando, di rivalse di “vendetta”.ma…con la passeggiata a occhi bassi per non pestare la merda, li riordino e rifletto, che non vale la pena che la vita va avanti, anche per gli altri…perciò incomincio la giornata lavorativa pensando che chi mi spostava per non pestare la merda non ha compreso che io guardo in basso per non farlo